Turismo Culturale

CulturaleTurismo culturale alle Canarie? In questo arcipelago dell’Oceano Atlantico potete fare anche questo. Mare, natura, sport acquatici, vita all’aria aperta, trekking: queste isole che godono di un clima perfetto tutto l’anno non smetteranno mai di stupirvi.

Alle Canarie troverete un’offerta legata al turismo culturale che vi lascerà a bocca aperta. In ognuna delle isole potrete infatti alternare giornate all’insegna del relax a quelle trascorse tra musei o scavi archeologici alla scoperta della storia locale, una storia fatta di tanti popoli che hanno attraversato questi luoghi incantevoli e strategici dal punto di vista delle rotte marittime. Popolate dai fenici nel X secolo a.C., queste isole vennero poi abitate dalle popolazioni berbere provenienti dal nord Africa.

I primi esploratori europei vi giunsero nell’XI secolo e qui fece scalo Cristoforo Colombo nel suo viaggio in direzione dell’America. La storia seguente è una storia di colonizzazione da parte di portoghesi, spagnoli, genovesi, inglesi, fiamminghi, irlandesi.

Se soggiornate a Tenerife, la maggiore delle isole, potete scegliere tra molti musei: il Museo della Scienza e del Cosmo, il Museo Municipale delle Belle Arti, il Museo della Natura e dell’Uomo, il Museo della Storia di Tenerife, il Museo del popolo Guanche, il Museo Antropologico “Carta” o il Museo dell’Artigianato iberoamericano. In ambito musicale Tenerife offre un’offerta culturalemolto ampia e variegata: nell’Auditorium ogni anno vengono organizzate stagioni d’opera, operetta, di zarzuela oltre che il famoso Festival della musica delle Canarie.

Siete invece appassionati di archeologia? Sulla costa orientale dell’isola potete visitare le piramidi di Guimar che si trovano all’interno di un interessante parco etnologico. Simili a quelle costruite dai Maya a pianta rettangolare, di queste costruzioni non si hanno idee accreditate riguardo la loro funzione tanto che l’ipotesi più supportata è quella secondo cui vennero edificate intorno alla seconda metà del secolo XIX per scopi prettamente agricoli.

Anche sulla seconda isola per grandezze delle Canarie, Fuerteventura, troverete un’ampia scelta relativa al turismo culturale. Ecco i musei dell’isola: la Casa Museo del dottor Mena, la Casa Museo Unamuno, il Canary Art Center (l’offerta culturale più vasta dell’isola), il Centro dell’Artigianato Mulino di Antigua dove vedere da vicino come vivevano gli abitanti di Fuerteventura, l’Ecomuseo l’Alocogida, esempio di habitat tradizionale storico, il Faro di Punta La Entallada o Lantailla (il punto più vicino al continente africano), la Casa de los Coroneles, esempio di architettura domestica dell’isola, il Museo Archeologico di Betancuria, il Museo della Pesca e quello del Sale e il Villaggio aborigeno La Atalayita dove poter vedere varie costruzioni dei Majos, gli aborigeni di Fuerteventura.

Ma turismo culturale alle Canarie vuol dire anche pianificare il viaggio in base agli eventi più importanti che si tengono nell’arcipelago come il Carnevale che viene festeggiato su ogni isola e in particolar modo quello di Santa Cruz de Tenerife, vero e proprio concorrente del Carnevale di Rio.